Strumenti Utente

Strumenti Sito


spesometro

Manuale: FRIEND - CONTABILITA

SPESOMETRO

Livello superiore: MANUALI ON-LINE

Precedente: Utility per modulo contabile

PREMESSA

Per poter generare il file relativo allo SPESOMETRO 2013 che si riferisce all'anno 2013 e' necessario aver stampato in definitivo tutti i registri IVA di tale anno.

Nel seguito sono indicati i passi fondamentali per produrre il file desiderato, nell'ordine in cui devono essere eseguiti

STAMPA QUADRO DI CONTROLLO PROGRESSIVI IVA CLIENTI/FORNITORI

Percorso:
F1 CONTABILE > 6) Gestione esercizi contabili > 3) Elaborazioni IVA annuali >
4) Quadro di controllo progressivi IVA clienti/fornitori

lo scopo di questo quadro e' controllare ed eventualmente correggere i seguenti dati:

- indicatori clienti/fornitori relativi a inclusione/esclusione spesometro

- partite IVA

- codici fiscali

- varie per eventuali altre segnalazioni

NOTA BENE: SI RIMANDA ALLE SPECIFICHE ISTRUZIONI DI INCLUSIONE/ESCLUSIONE CLIENTI/FORNITORI IN ELENCO FORNITE DAL CONSULENTE COMMERCIALISTA AZIENDALE

La stampa fornisce anche un mezzo per verificare la quadratura - salvo arrotondamenti - fra i registri IVA acquisti e vendite e rispettivamente i totali di TUTTI i clienti e fornitori risommati, inclusi quelli con indicatore di esclusione dagli allegati clienti fornitori. Per quanto concerne la sezione VENDITE, se utilizzato il registro CORRISPETTIVI ricordare che i relativi importi NON sono inclusi nello spesometro

Questa stampa evidenzia con la dicitura INFO alcune circostanze che comunque non sono da considerarsi errori, come ad esempio clienti e fornitori senza partita IVA ma con codice fiscale. Sono evidenzati come ERRORE quei fornitori o clienti che pur avendo una partita IVA regolare hanno indicatore “N” come “No allegato”: questo puo' accadere per le utenze (energia,gas etc….) se vengono escluse dall'elenco dello spesometro.

nota: L'indicatore di anagrafica clienti/fornitori riferito al cosidetto “allegato” vale in sostanza per l'attuale spesometro

Particolarità

In caso di messaggi anomali in questa stampa, come ad esempio indicatori di inclusione o esclusione allegato riportati diversamente da come sono effettivamente in anagrafica clienti/fornitori oppure in caso di perduranti differenze ingiustificate fra totali registri IVA e totali clienti/fornitori risommati procedere come segue:

1) Cancellare i files PRCFXX.* dalla cartella CIVA, con i comandi
   99 INVIO / CD CIVA INVIO / DEL PRCFXX.* INVIO / EXIT INVIO
   dove XX=Codice azienda
2) Utilizzare l'utility contabile nr.14 per ricalcolo progressivi IVA clienti/fornitori
   per l'anno in questione, inserendo "ricalcola progressivi registri=N" e "stampa controllo dati=N"   
   

Nel caso in cui risulti necessario inserire partite IVA o codici fiscali duplicati in anagrafiche clienti/fornitori ricordare che questo può essere fatto tramite la creazione di alcuni files di flag:

PIVA.FLG consente previa conferma l'inserimento di partite IVA duplicate su clienti o fornitori
CLICODF.FLG consente previa conferma l'inserimento di codici fiscali duplicati in anagrafica clienti
(questi files di flag possono essere rimossi dopo aver eseguito le imputazioni necessarie nelle
suddette anagrafiche)      

RICORDARE CHE DOPO AVER MODIFICATO PARTITE IVA O CODICI FISCALI IN ANAGRAFICHE CLIENTI/FORNITORI OCCORRE RIESEGUIRE LA PROCEDURA DALL'INIZIO, CIOE' A PARTIRE DALLA STAMPA DEL QUADRO DI CONTROLLO FINO ALLA GENERAZIONE DEL FILE, SE GIA' FATTO IN PRECEDENZA

Nel caso risulti impossibile risalire al corretto codice fiscale o partita IVA di un cliente e' possibile inserire tale soggetto come dato “riepilogativo” nello spesometro: questo si puo' fare attribuendogli il codice fiscale di comodo “RIEP.” (maiuscolo). Chiedere conferma al proprio commercialista nel caso specifico.

Le schede carburanti devono essere inserite nello spesometro tramite un fornitore di comodo, che avrà l'opportuno indicatore in “pagina 2” dell'anagrafica relativa; Il codice fiscale di tale fornitore potrà essere la targa stessa del mezzo oppure il codice del fornitore medesimo, se riferito a più mezzi.

Un comune errore per quanto riguarda le associazioni o i condomini deriva dal fatto che il relativo codice fiscale viene spesso inserito in anagrafica come partita IVA.

Salvare questa stampa con nome p.es. “QUADRO-DI-CONTROLLO-2013”

CONTROLLO PARTITE IVA

E' possibile controllare la correttezza delle partite IVA tramite il sito seguente:

https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/VerificaPiva.do

accessibile anche tramite google digitando “verificare partita iva”.

INSERIMENTO INDICATORI PER FORNITORI LEASING

In anagrafica fornitori, seconda pagina, e' stato inserito un indicatore da compilare opportunamente per contrassegnare all'interno del file spesometro il tipo di leasing eventualmente associato al soggetto. La legenda dei valori inseribili e' nella pagina medesima.

STAMPA DI CONTROLLO PROGRESSIVI IVA CLIENTI/FORNITORI

Percorso:
F1 CONTABILE > 6) Gestione esercizi contabili > 3) Elaborazioni IVA annuali >
6) Stampa di controllo progressivi IVA clienti/fornitori

Si tratta di una stampa in “bella copia” dei clienti/fornitori che si vuole includere nel file spesometro. Eeseguire 2 stampe, una per i clienti e una per i fornitori indicando il tipo tracciato “T” = Tabulato, compilando la videata che compare come nella seguente figura:

    Anno IVA desiderato ........ 13                                    
    Clienti / Fornitori [C/F] .. F                                     
    Tipo di stampa ............. T  [T/1/2] T=Tabulato 1,2=Vecchio tipo
    Codice iniziale ............                                                
    Descrizione ................                                                
    Codice finale ..............                                                
    Descrizione ................                                                
    Codice Riporti Manuali .....                                                
    Stato Giuridico Dichiarante  G  [G/F]  G=Pers.Giuridica, F=Fisic            
    Caratteri occupati da CAP                                                   
    nelle anagrafiche C/F ...... 5  [0/5]  (per stampe vecchio tipo)            
    Esegui controlli completi .. S  [S/N]  Su dati anagrafici ditte             
                                                                                
    Dati in stampa [ S/N ] ..... S  [S/N]  S=Ditte con indicatore "S"           
                                           N=Ditte con indicatore "N"           
                                             o senza indicatore                 
                                           T=Tutte le ditte                     
    Stampa intest. prima pag. .. N  [S/N]  (per stampe vecchio tipo)            
    Arrotonda ad Euro: ......... S  [S/N]   
    Conferma ...................    [S/N]                                       

Effettuando le due stampe, per clienti e fornitori, salvarle con nome p.es. “ELENCO-CLIENTI-2013” e “ELENCO-FORNITORI-2013”

NOTA: anche in questa stampa vengono segnalati i soggetti privi di partita IVA o con codice fiscale non regolare, come puo' accadere per clienti riepilogativi (Cod.Fisc.=RIEP.) o le schede carburante (Cod.Fisc=TARGA)

GENERAZIONE DEL FILE

Percorso:
F1 CONTABILE > 6) Gestione esercizi contabili > 3) Elaborazioni IVA annuali >
7) Creazione file dichiarazione polivalente

Nel menu che compare utilizzare PRIMA l'opzione nr.1 denominata

1) IMPORTA DATI DA PROGRESSIVI IVA CLIENTI FORNITORI

Tale procedura presenta una stampa a video da salvare p.es. con nome “IMPORTAZIONE-DATI-2013”

Successivamente per creare il file nel formato richiesto dall'agenzia delle entrate usare la procedura

10) GENERAZIONE FILE

Seguono tre videate per la specifica dei parametri di generazione del file, da compilare tipicamente come descritto nelle seguenti tabelle

  GENERAZIONE FILE - PARAMETRI 1/3                        
  
  Tipologia di invio: .....    0=Invio ordinario
  Protocollo telematico: ..    vuoto
  Protocollo documento: ...    vuoto                       
  
  DATI RELATIVI AL SOGGETTO OBBLIGATO                       
  Codice fiscale: .........    ovvio                                         
  Partita IVA: ............    ovvio                                                 
  Codice attivita'' .......    Secondo codifica ATECO 2007, il programma dovrebbe già
                               proporre il valore corretto utilizzato nel 2013                       
  
  GENERAZIONE FILE - PARAMETRI 2/3       
                
  DATI IDENTIFICATIVI DEL SOGGETTO OBBLIGATO PERSONA GIURIDICA        
  Denominazione: ................ QUESTO CAMPO DEVE ESSERE INSERITO SOLO SE IL SOGGETTO
                                  E' PERSONA GIURIDICA                      
  Comune domicilio fiscale: ..... inserire sempre                                      
  Provincia domicilio fiscale: .. inserire sempre
  
  DATI IDENTIFICATIVI DEL SOGGETTO OBBLIGATO PERSONA FISICA        
  da inserire in alternativa alla DENOMINAZIONE del soggetto obbligato persona giuridica  
  GENERAZIONE FILE - PARAMETRI 3/3        
                  
  ESTREMI DELLA FORNITURA                                 
  Anno di riferimento: ..................... 2013 
  Esercizi contabili relativi all''anno: ... 13 oppure 12+13 se gestito esercizio infrannuale
  Comunicazione di società incorporata: .... 0 = soggetto che comunica    
  
  Codice fiscale intermediario: ............ CODICE FISCALE DEL PROPRIO CONSULENTE
                                             CHE EFFETTUA L'INVIO CON ENTRATEL
                                             CHIEDERE SEMPRE CONFERMA AL MEDESIMO
  Iscrizione albo C.A.F.: .................  VUOTO                               
  Impegno a trasmette in via telematica: ..  1 = comunicazione predisposta dal contribuente    
  Data impegno: ...........................  Data del giorno in cui si crea il file 
                                             come GGMMAAAA         

Compilare i vari campi richiesti per produrre il file desiderato.

Per quanto riguarda le note credito clienti e fornitori porre attenzione all'elenco delle causali computate in tal senso dal programma: se devono essere considerate causali diverse rispetto a NCCLI e NCFOR occorre controllare che per tali causali sia imputato l'opportuno indicatore in “pagina 2” della relativa tabella di codifica

Fra i dati richiesti si segnala che:

- deve essere inserito il codice attivita'' aziendale secondo la codifica ATECO2007

- occorre utilizzare opportunamente i campi relativi a partita IVA e codice fiscale in funzione del fatto che l'invio avvenga tramite intermediario con Entratel o venga fatto direttamente dal contribuente

Esiste un programma scaricabile dal sito dell'agenzia delle entrate per controllare la correttezza FORMALE del file prima di inviarlo al proprio consulente per l'invio effettivo con Entratel

IL FILE VIENE CREATO NELLA CARTELLA \FRIEND\IVA\<CODICE AZIENDA> ED E' DENOMINATO “SPESOM13.TXT”

Si consiglia di salvare la corrispondente stampa prodotta nel formato “brogliaccio” p.es. con nome “SPESOMETRO-2013”; è normale che clienti o fornitori con partita IVA o codice fiscale duplicato producano righe distinte nella stampa del brogliaccio e all'interno del file prodotto.

CONTROLLO DEL FILE

Questo controllo viene eseguito tramite l'applicazione “file internet” predisposta dall'Agenzia delle Entrate, spesso segnalando errori relativi a partite IVA o codici fiscali (vedere il paragrafo relativo alla stampa del quadro di controllo). Ricordare che dopo aver eseguito le opportune correzioni in anagrafica occorre eseguire nuovamente la procedura denominata “1) IMPORTA DATI DA PROGRESSIVI IVA CLIENTI FORNITORI”. In taluni casi si rende necessario eseguire nuovamente tutte le procedure sopra descritte a partire dalla stampa del quadro di controllo, nel caso in cui le segnalazioni di errore date in fase di generazione e/o controllo file persistano.

Il file si considera corretto, nel momento in cui l'applicazione file internet produce un responso come segue:

  Dichiarazioni scartate con errori bloccanti = 0
  Non rispondenti = 0
  Con errori confermati = 0
  Con anomalie = 0
  Senza segnalazioni di anomalia = 1

VARIE

Potrebbero in alcuni casi rendersi necessari necessarie le seguenti procedure, per l'uso delle quali comunque si consiglia di fare riferimento al servizio di assistenza tecnica friend:

- ricalcolo progressivi IVA clienti/fornitori, tramite utility contabile nr.14,

N.B. LA PROCEDURA UTILITY CONTABILE NR.14 E' DA USARE CON "N" PER L'OPZIONE "RICALCOLA ANCHE PROGRESSIVI REGISTRI"
spesometro.txt · Ultima modifica: 2014/03/24 12:59 da giulia